Top 10 Super Nintendo – Retroludus

 

Top 10 Super Nintendo – Retroludus

Siete appassionati di retrogaming da una vita? Avete avuto da poco la geniale idea di addentrarvi in questo mondo che definire magico è riduttivo? Siete così giovani da non sapere cosa diamine sia il retrogaming? Per il vostro diletto, o per riportarvi sulla giusta retro-via, ecco arrivare Cyberludus con la sua nuova e gustosissima rubrica “RetroLudus”.

Non è assolutamente un segreto che il Super Nintendo Entertainment System – conosciuta come Super Famicom in terra del Sol Levante – sia stata la console di maggior successo della quarta generazione tecnologica, con i suoi quasi cinquanta milioni di unità piazzate in tutto il mondo.

Il suo segreto non erano tanto le caratteristiche tecniche della scatoletta grigia a 16-bit, di tutto rispetto nel lontano 1990, ma un parco titoli assolutamente senza precedenti, sia per quantità che per qualità.

In questa Top 10 vogliamo darvi una lista – personalissima, frutto della riflessione e dell’esperienza del curatore della rubrica – da usare come base di partenza per entrare nel mondo del Super Nintendo, o come spunto di riflessione per coloro che, forti della loro esperienza videoludica, hanno stilato una loro personalissima lista già da tempo.

 

10. Star Fox

super nintendo

I miei ricordi di questo gioco sono clamorosamente nitidi. Il chip Super FX aumentava considerevolmente le prestazioni grafiche della macchina a 16-bit di Nintendo, donandole la possibilità di gestire egregiamente un numero spropositato – per allora – di poligoni, il tutto con una certa nonchalance. Il gioco era meravigliosamente arcade: il punteggio più alto e il dimostrare di essere “skillati” alla guida del proprio Airwing erano i motori di un cult che, seppur squisitamente retrò, era già proiettato nel futuro. Nostalgia, nostalgia canaglia.

9. Super Castlevania IV

super nintendo

Anche nel 1991 uscivano i remake. Questo Super Castlevania IV altro non è che il remake del primo capitolo, uscito qualche tempo prima su NES, aggiornato tecnologicamente e sul fronte gameplay. Tutto il gioco gira intorno alla frusta del carismaticissimo Simon Belmont, che ora possiamo far roteare a piacimento in ogni direzione, per difenderci dai proiettili dei nemici. L’atmosfera è impareggiabile e, per quanto mi riguarda, questo rimane uno dei migliori Castlevania in assoluto, secondo solo a Symphony of the Night. Ascoltare Dance of the Holyman mentre si ci avventura all’interno del castello è una di quelle esperienze che ti segnano…

8. Donkey Kong Country 2

super nintendo

Ero indeciso se mettere il primo o il secondo della saga, ma alla fine l’ha spuntata Donkey Kong Country 2, che non solo mantiene inalterata la qualità dell’offerta del predecessore, ma ne amplia le possibilità ludiche a dismisura. Il gioco, come da tradizione, è dannatamente difficile e riesce a regalare immense soddisfazioni all’hardcore gamer “di una volta”, quello cresciuto a “trial & error” e che oggi non si fa impaurire da una sessione di Dark Souls. E poi dietro c’è tutta l’innovazione tecnologica di Rare, con fondali e sprite ottenuti tramite la renderizzazione di modelli 3D convertiti successivamente in bassa risoluzione. Ora potrà sembrarvi niente, ma per l’epoca fu un vero e proprio balzo tecnologico in avanti!

7. Super Mario World

super nintendo

Praticamente il gioco più venduto per la seconda generazione di casa Nintendo, un capolavoro di game design e divertimento, considerato ancora oggi il Super Mario bidimensionale migliore di sempre da molti. Me compreso. Rimarrà sempre nel cuore degli appassionati come il primo videogioco in cui appare l’iconico faccione di Yoshi. Il senso di meraviglia di fronte all’enorme mappa di gioco, di fronte alle varie modalità in cui era possibile affrontare i vari livelli, di fronte alla quantità di collezionabili, era davvero incredibile, specialmente considerando che Super Mario World era tra i titoli “di lancio” della console. Peccato solo per un livello di difficoltà forse eccessivamente tarato verso il basso.

6. Super Metroid

super nintendo

Questo gioco ha tutto al posto giusto: sonoro da brividi, controlli reattivi e precisi, e una storia affascinante narrata esclusivamente attraverso il gioco. D’altronde Samus Aran non aveva alcun motivo di parlare: era sola, in un mondo ostile popolato solo da specie aliene. Ed è proprio qui che risiede il più grande pregio del miglior “metroidvania” che il Super Nintendo abbia mai avuto: la sensazione perenne di essere soli. Tra le altre cose è uno di quei titoli che ha resistito egregiamente alla prova del tempo, da riprendere anche tra una partita con la PS4 e l’altra.

5. Terranigma

super nintendo

Qualsiasi spoiler a livello di trama sarebbe un vero e proprio delitto nei confronti della vostra potenziale esperienza con il titolo in questione, incredibilmente complesso e stratificato. Vi basti sapere che a causa delle analogie con alcune religioni, la sua diffusione negli Stati Uniti fu bloccata. Trama e musiche davvero incredibili sposano dinamiche piuttosto classiche: è infatti un gioco di ruolo basato sul potenziamento del personaggio protagonista – tale Ark – ibridato con l’immediatezza di un gioco “a la Zelda”. Ma bando alle ciance, correte a recuperare la cartuccia e iniziate a giocare. Ora!

4. Super Street Fighter 2 Turbo

super nintendo

Se oggi i picchiaduro sono così come li conosciamo è soprattutto grazie a Street Fighter 2 di Capcom. Uscito inizialmente su cabinato, arrivò su Super Nintendo con una conversione che ha quasi del miracoloso. Sprite grandi e animati egregiamente fanno da contorno ad una giocabilità ancora oggi insuperata per divertimento e bilanciamento (vette che molti dei titoli usciti successivamente hanno faticato a raggiungere). Conclude l’offerta un roster formato da dodici iconici personaggi e una colonna sonora da urlo. Serve aggiungere altro?

3. The Legend of Zelda – A Link to the Past

super nintendo

Dopo aver destabilizzato la fanbase con un atipico secondo capitolo, la serie Zelda torna alla tradizionale visuale a volo d’uccello, e lo fa con una veste grafica tale da lasciar a bocca aperta anche i fan di SEGA, accaniti detrattori del mondo Nintendo durante la console war dei primi anni ’90 (sì, c’era la console war anche a quei tempi). Una quantità di contenuti incredibile, una storia longeva e appassionante, e una lunga serie di dungeon tosti al punto giusto lo rendono un titolo divertentissimo da giocare ancora oggi.

2. Final Fantasy VI (Final Fantasy III in occidente)

super nintendo

L’ultimo Final Fantasy su console Nintendo prima della storica rottura con Square. Il gioco è uno dei capitoli più belli e difficili dell’intera serie, nonché uno dei più profondi per quel che concerne la caratterizzazione dei personaggi, tutti. Ma una menzione particolare se la merita il personaggio di Kefka Palazzo, il riuscitissimo cattivo della vicenda che, dopo essersi sottoposto all’esperimento del Magitek, riesce ad essere il primo a saper usare di nuovo la magia dopo mille anni. Ma qualcosa va storto, e Kefka diventa uno degli psicopatici più credibili – e acclamati – dell’intera industria videoludica. Provare per credere. Roba da novantadue minuti di applausi.

1. Chrono Trigger

super nintendo
È davvero IL gioco per tutti gli amanti dei bei giochi, non è importante che amiate il genere o meno. Narra la storia di un eroe che, viaggiando attraverso il tempo, si ritrova ad essere l’unico a poter fermare la devastazione del pianeta da parte di un “male antico”. Ed è solo la punta dell’iceberg di una storia che pian piano mostra le mille sfaccettature di un mondo pieno di segreti, sapientemente tratteggiato dalle mani di un certo Akira Toriyama e accompagnato dalle musiche – eccezionali – di Yasunori Mitsuda e Noriko Matsueda. Ma probabilmente è il sistema di combattimento a risultare il punto più alto toccato dai jrpg su Super Nintendo, fresco e profondo, molto più di un semplice aggiornamento di quanto visto fino ad allora. Chiunque si professi videogiocatore DEVE averlo giocato almeno una volta nella vita. Semplicemente geniale e squisitamente eterno.

Sono solo dieci, ma i titoli degni di menzione sarebbero molti di più.

E voi? Cosa ne pensate della lista? Lasciateci un commento per farci sapere se siete d’accordo con noi o se ci sono altri titoli che han segnato la vostra esperienza con il Super Nintendo.