True DayZ: La nostra Intervista – “Meid in Italy”

True DayZ

 

Ben oltre il “semplice” DayZ

Un piccolo spazio di Cyberludus appositamente dedicato agli sviluppatori e alle community di giocatori o modders del panorama videoludico nostrano. Oggi parliamo di True DayZ.


True DayZ: in che cosa consiste questo particolare progetto?

True DayZ è un progetto di Youtube che si pone l’obiettivo di offrire alla community un inedito (almeno per il panorama italiano) punto di vista “cinematografico” di quella che è l’esperienza survival dell’omonimo videogioco prodotto e sviluppato da Bohemia Interactive.
Approfondendo la filosofia “content-creator” alla base del progetto ideato dall’Ex Game-Director Dean Hall, abbiamo deciso di creare un universo narrativo in una maniera non troppo differente da quanto già fatto da Disney con Marvel, in cui ogni nostra produzione si colloca precisamente all’interno di una timeline già prefissata.
Nuova Chernarus è la nostra fittizia nazione monarchica nata dalle ceneri di una regione piegata dal conflitto umani/infetti, e fa da sfondo a tutte le vicende pubblicate nel nostro Canale Youtube. Ciò che ci affascina di questo particolare scheletro narrativo è la possibilità di essere alterato dai giocatori stessi nel nostro format “Community Events”, ovvero eventi Role-Play ai quali possono accedere tutti (attraverso iscrizione). Parte portante di questo progetto è sicuramente la presenza dei Machinima, cortometraggi realizzati in-game che aprono e chiudono (con la suddetta variabilità data dell’esito degli eventi stessi) ogni nostra produzione e che, da poco, sono protagonisti assoluti del format ShortZ. Si tratta di vere e proprie storie sceneggiate in toto dallo staff con lo scopo di esplorare ulteriormente la Lore narrativa.

 

True DayZ

 

Si tratta di un format decisamente particolare. Cosa vi ha spinti a optare per questa scelta?

La risposta è semplice: il cinema. Noi siamo tutti grandi appassionati di cinema e serial televisivi e non è un mistero che alla base della nascita di True DayZ ci sia stata proprio la domanda “E se creassimo una web-series su DayZ con colonne sonore e una regia?”. True DayZ, infatti, fa costantemente il cosplay della “Serie TV”, ed è possibile osservarlo attraverso numerose piccolezze come i titoli di testa, i credits finali e la durata dei video che oscilla sempre tra i 20 e i 40 minuti, senza tralasciare una playlist di tracce musicali originali e non che accompagna ogni situazione di gioco, in aggiunta al semplice chiamare “cast” quello che è lo staff. Per un’impostazione del genere, però, il tempo richiesto non può che essere spropositato e tra un episodio principale e l’altro, spesso e volentieri, passano almeno 30 giorni. L’approccio ad ogni nostra produzione ricalca il modus operandi cinematografico (con la dovuta contestualizzazione): si passa dalla semplice Scout Location (per capire effettivamente se un territorio può essere adatto per un evento o meno) alla scrittura di vere e proprie sceneggiature, senza dimenticare i pomeriggi passati a girare intro e outro, la fase di doppiaggio e ovviamente la post-produzione. È proprio in quest’ultima fase che si monta il girato, si compie la Color Correction e vengono applicati gli effetti con Adobe After Effects.
Le fonti di ispirazione sono infinite, ovviamente, ma chi segue la serie non potrà che notare principalmente forti contaminazioni da Lost, The Last of Us, 28 Giorni Dopo e in generale la cinematografia di George Romero. Se non si fosse ancora capito, amiamo il cinema e nel nostro piccolo vorremmo restituire un po’ di quel brivido post-apocalittico alla The Road, magari con un’inquadratura a campo lungo di un personaggio o, chessò, con note musicali giuste al momento giusto!

 

Perché proprio DayZ?

DayZ sostanzialmente è carta bianca su cui scrivere: con la sua impostazione simulativa, la linea d’orizzonte in scala 1:1, la desolazione del setting Cieco-Russo scelto come parco giochi o semplicemente la fedeltà con cui lo sviluppatore ha voluto costruire i personaggi giocanti e le loro decine e decine di animazioni differenti, la scelta non poteva che essere questa. Immedesimazione è la nostra parola d’ordine, e nonostante DayZ si trascini dietro un engine vetusto noi continuiamo a preferire questi modelli poligonali (che poi sono alla base dei cortometraggi stessi) rispetto ai “fantocci sproporzionati” di Miscreated o Rust. Non credo sia la sede giusta per parlare del deludente sviluppo di DayZ, ma nonostante i ritardi e i bug che affliggono la produzione Bohemia Interactive, continuiamo a credere nell’inedita visione di Brian Hicks e soci: True DayZ poteva nascere soltanto con DayZ.

 

True DayZ

 

Stiamo parlando di un titolo che vanta una mole di community enorme e a dir poco eterogenea. In una situazione simile, dove si colloca la community di True DayZ?

True DayZ porta avanti da due anni un’idea (utopistica, magari) di community unita, nella quale sia possibile creare contenuti con tutti e per tutti, senza schieramenti di sorta. Noi non siamo un clan e non vogliamo dimostrare di essere al di sopra di nessun altro (non che sia un male, ovviamente): siamo unicamente un collettivo di Giocatori con l’obiettivo di creare un terreno fertile per i nuovi acquirenti che potrebbero avvicinarsi a DayZ durante il lancio della Beta e della Build 1.0.
Francamente, ci piacerebbe che True DayZ divenisse una sorta di vetrina video consultabile da tutte le “new entry”, in modo tale da apprendere che DayZ è molto più di una semplice esperienza PVP: DayZ, secondo il nostro modesto parere, possiede molteplici chiavi di lettura e sarebbe bello scoprirle così, tutti insieme, uniti unicamente dalla passione per la scoperta di nuove esperienze audio/visive.

 

Quali sono stati i traguardi più importanti per True DayZ negli ultimi due anni?

In questi due anni, se c’è qualcosa che ci ha realmente resi fieri, è stato sicuramente assistere al successo della Road To Survivor Games 2015. Si tratta di un campionato (costituito da tre eventi) all’interno del quale circa un centinaio di concorrenti hanno lottato per conquistare un posto nei Survivor Games 2016, un evento che per noi è un po’ come la finale di Champions League di DayZ. La serietà e l’affiatamento generale mostrati dai numerosi concorrenti in eventi come il Prison Break (dove 50 giocatori dovevano fuggire da una prigione) o appunto i Survivor Games 2016 ci hanno donato soddisfazioni enormi, anche tenendo conto del fatto che eravamo un po’ gli “ultimi arrivati” della classe Youtube.
Recentemente, nonostante i nostri piccoli numeri, ci siamo buttati sul panorama internazionale e abbiamo deciso di tradurre le nostre ultime produzioni. Il nostro primo ShortZ, “Love Nowadayz”, un corto che parlava di tematiche mature come il peso delle scelte o l’amore, è stato accolto decisamente bene dall’altra parte dell’Oceano e siamo riusciti addirittura a scomodare uno dei principali Youtubers di DayzTV, BarelyInfected! Conoscere nuove persone che credono in un piccolo progetto come il nostro, però, è stata senza ombra di dubbio la più grande gratificazione fra tutte.

 

True DayZ

 

Quali sono i prossimi obiettivi di True DayZ?

Non vediamo veramente l’ora di farvi entrare in maniera approfondita nel nostro universo narrativo. Ci impegneremo ancora di più per creare nuove esperienze di gioco e, soprattutto, per sperimentare. Finché avremo qualcosa da dire e ci divertiremo, le stagioni di True DayZ continueranno a rinnovarsi!

 

I contatti di TrueDayZ

Youtube
Server TeamSpeak – Indirizzo: ts3.tcmhosting.it:9997
Facebook