I migliori capitoli della saga della “Fantasia Finale”

Nata nel lontano 1987, la saga di Final Fantasy è una delle più apprezzate non solo nell’ambito del genere a cui appartiene – giochi di ruolo a vocazione nipponica, quelli con i combattimenti a turni – ma dell’intera industria videoludica.

Giunta da poco al suo quindicesimo capitolo dopo un paio di passi falsi non proprio esaltanti, noi di Cyberludus abbiamo deciso di omaggiare la saga riepilogando i dieci migliori giochi che “mamma Square” ha regalato a noi videogiocatori nel corso degli ultimi ventinove anni.

Vi assicuriamo una classifica priva di spoiler significativi e un ordine assolutamente personale delle posizioni. Inoltre al di sotto della descrizione di ogni singolo gioco è riportata quella che secondo noi è la versione migliore da recuperare per chiunque voglia colmare la propria lacuna ludica o, più semplicemente, rigiocare ad un meraviglioso pezzo di storia.


10. Final Fantasy XITop 10 Final Fantasy

Apriamo la nostra classifica dedicata alla saga di Final Fantasy con il capitolo meno tradizionale di tutti. Final Fantasy XI ha portato la gallina dalle uova d’oro di Square nel mondo dei MMORPG, e lo ha fatto nel migliore dei modi. Particolarmente riuscito è l’equilibrio del gameplay che, tra professioni e job, risulta solido come pochi altri esponenti del genere. Oltre alla qualità vi è anche una quantità piuttosto consistente di cose da fare offerte al videogiocatore, così tante da poter accostare il gioco senza troppa fatica anche a quel mostro sacro di World of Warcraft. Vana’diel non è Azeroth, ma ci va davvero molto vicino.

Versione consigliata: l’edizione PC


9. Final FantasyTop 10 Final Fantasy

Final Fantasy è chiamato così perché doveva essere l’ultimo titolo di una Square prossima alla bancarotta. E invece è stato l’inizio di una saga prolifica e meravigliosa, in grado di dettare le regole sia nel mercato che nei cuori dei videogiocatori. La trama riprende i classici clichè del genere: l’oscurità si impadronisce della Terra, un manipolo di “guerrieri della luce” deve cercare in tutti i modi di recuperare la luce dei cristalli elementali per ristabilire l’armonia e sconfiggere Chaos, il demone causa di tutto. Sembra poco, ma è sufficiente per confezionare un prodotto godibile alla fine del 1987.

Versione consigliata: Originale per NES


8. Final Fantasy V

Top 10 Final Fantasy

Probabilmente Lenna, Bartz e Galuf sono personaggi mediamente meno memorabili di altri, ma Final Fantasy V riesce a farsi ricordare, e per questo essere degno di essere giocato ancora oggi, grazie all’attenzione profusa nel rendere il Job System dinamico e funzionale, attraverso il quale è possibile scegliere la classe dei membri del proprio team cambiandone attacchi e parametri. Soltanto imparare a destreggiarsi con i vari assetti e lo scoprire la combinazione perfetta del proprio team regala soddisfazioni sufficienti a rendere assolutamente necessario il recupero di tale meraviglia videoludica.

Versione consigliata: versione Game Boy Advance


7. Final Fantasy IV

Top 10 Final Fantasy

Qui cominciamo a fare sul serio, visto che per la critica questo è il capitolo che inizia a caratterizzare la saga come la conosciamo oggi. Lo spessore dei personaggi e la trama di Final Fantasy IV comincia a far intuire già nel 1991 le belle storie che di lì a poco verranno e che differenzieranno la serie di Square dal resto della produzione di giochi di ruolo di stampo nipponico. Il protagonista è Cecil, un cavaliere frastornato da un profondo dissidio interiore, causato dal contrasto tra senso del dovere e gli ordini ignobili assegnati dal reggente di Baron. Altro fattore che rende pionieristico questo capitolo è anche la presenza della bella storia d’amore tra il protagonista e la maga bianca Rosa Farrell. Indimenticabile il Theme of Love, anche sul misero processore audio di una console a 16-bit.

Versione consigliata: remake in tre dimensioni per Nintendo DS


6. Final Fantasy XIITop 10 Final Fantasy

L’ultimo gioco della saga ad uscire per la console 128-bit di Sony si dimostrò assolutamente stratosferico dal punto di vista tecnico. Dal punto di vista del gameplay è il primo ad abbandonare la struttura rigida a turni per tentare la strada dell’Active Dimension Battle, scompaiono gli incontri casuali e qualsiasi tipo di transizione tra fase esplorativa e battaglie. Una rivoluzione non da poco che, nonostante le resistenze iniziali, è riuscita a convincere sia critica che pubblico tanto da aver ridefinito un genere. La storia ha un piglio leggermente più politico rispetto alle “solite” vicende personali, ma riesce a tenere incollato il giocatore al pad fino alla fine, senza alcuna difficoltà. Degno di menzione è lo stile del regno di Dalmasca: Final Fantasy XII unisce mostruosità tradizionalmente legate al fantasy, gusto arabeggiante e… la coppia di pirati dell’aria più carismatica di sempre, Balthier e Fran! Tra poco esce il remaster in HD… non diciamo altro.

Versione consigliata: originale per PS2 (in attesa di vedere come sarà il remaster)


5. Final Fantasy XTop 10 Final Fantasy

Non servono molte parole per descrivere quanto Final Fantasy X sia amato dai fan, basterebbe mettere su una bella “To Zanarkand” e osservare i lacrimoni solcare le loro guance. Probabilmente una delle storie più commoventi della saga, se non addirittura la più commovente in assoluto: Tidus è un giocatore di Blitzball di una Zanarkand del passato e, a causa dell’attacco di Sin – non vi spoileriamo nulla più di questo, state tranquilli – si ritrova a dover fare i conti con un mondo, il suo mondo, profondamente mutato. Conoscendo alcuni personaggi, tra cui Yuna, si accorge che sono passati mille anni e che dovrà aiutare gli abitanti del suo futuro a sconfiggere la minaccia che incombe. Il punto più alto di tutta l’esperienza è il finale, capace di spezzare il cuore anche di chi è convinto di non averne uno. Se vi volete bene, regalatevi questa esperienza.

Versione consigliata: versione remastered su PC


4. Final Fantasy VIII

Top 10 Final Fantasy

C’è chi ha definito Final Fantasy VIII la versione “emo” del settimo capitolo. In effetti c’è molta attenzione al rapporto emozionale tra i personaggi, legati da un passato in orfanotrofio ormai dimenticato, e un presente fatto di rigore militare e complotti politici. Ma al centro di tutto c’è sempre e soltanto l’amore tra un antipaticissimo Squall e una lamentosissima Rinoa, due personaggi che, presi singolarmente, riescono a suscitare solo sentimenti negativi, ma la cui storia d’amore non puo’ far altro che intenerire e appassionare anche i detrattori. Dal punto di vista ludico ci troviamo di fronte ad uno dei sistemi più complessi ideati da mamma Square, quello delle Junction dei Guardian Force che, se gestito a dovere, è in grado di divertire e mettere alla prova come pochi altri, proprio per questo capace di far sfiorare il podio all’ottava fantasia finale di Square. Valore aggiunto della produzione è il minigioco di carte al suo interno, il Triple Triad, del quale è davvero impossibile stufarsi.

Versione consigliata: quella disponibile su Steam


3. Final Fantasy IX

Top 10 Final Fantasy

Nel luglio del 2000 lo stile super-deformed dei personaggi fece inizialmente storcere il naso a più di un videogiocatore all’uscita, avvenuta subito dopo l’ottavo capitolo (dallo stile più “tradizionale”). Ma una volta preso in mano il grigio joypad della prima PlayStation non si poteva far altro che inchinarsi di fronte alla meraviglia di Final Fantasy IX. Probabilmente il capitolo più profondo dal punto di vista psicologico dell’intera saga, offriva una gran quantità di personaggi caratterizzati in maniera eccellente, uno fra tutti il tenero maghetto Vivi: insicuro e timido tanto da non mostrare null’altro che i suoi occhi, col volto immerso nella sua stessa ombra, non riesce a far altro che balbettare quando in contatto con estranei. La scoperta delle sue origini rimane un momento indimenticabile che merita il bronzo, se non qualcosa in più.

Versione consigliata: remaster in HD per PC


2. Final Fantasy VII

Top 10 Final Fantasy

Al secondo posto il primo gioco della saga a sperimentare le capacità tridimensionali della grigia console Sony. Final Fantasy VII è uno dei giochi più conosciuti della storia dei videogiochi, nonchè uno dei più belli. Iconici sono i suoi protagonisti: Sephiroth su tutti, ma anche Cloud, Tifa, Red XIII sono ormai entrati di prepotenza nell’immaginario della cultura pop legata ai videogiochi. Inflazionato dal mondo di internet, tanto da non poter essere più considerato uno spoiler, il momento della morte di Aerith rimane tra i momenti più tristi – e inaspettati – che un videogiocatore possa vivere. Una pietra miliare che deve obbligatoriamente essere giocata da chiunque si professi videogiocatore… in caso contrario tornate a giocare a Clash of Clans!

Versione consigliata: l’originale per PlayStation


 1. Final Fantasy VI

Top 10 Final Fantasy

Final Fantasy VI è, a parere di chi vi scrive, il gioco più bello della saga. Uscito sul mercato occidentale con il nome di Final Fantasy III, è l’ultimo Final Fantasy in due dimensioni. Il gioco narra di un mondo in cui la magia è ritenuta ormai scomparsa a causa di una guerra antichissima tra i leggendari Esper. Lo stile steampunk è ispiratissimo (e a tutt’oggi insuperato), il gameplay equilibrato e profondo, infine è stata posta una grande attenzione al livello narrativo dei personaggi. Un cattivone come Kefka Palazzo non solo va apprezzato per la sua caratterizzazione, ma va innalzato senza timore di smentita a migliore antagonista della saga, anche al di sopra del più conosciuto Sephiroth. Capolavoro senza tempo, primo posto insufficiente per onorarne la grandezza.

Versione consigliata: quella per la prima, intramontabile PlayStation


Questa è la nostra TOP 10 Final Fantasy. E voi? Siete d’accordo? Fatecelo sapere con un commento e continuate a seguirci.