I migliori giochi del 2016 secondo la redazione di Cyberludus

Archiviato il 2016 videoludico, un po’ deludente considerate le enormi aspettative, ci prepariamo – fiduciosi – a un 2017 ricco di novità. Tra pochi giorni avremo modo di scoprire qualche dettaglio in più sul Nintendo Switch, la nuova attesissima console capace di ridefinire il concetto di “console casalinga”, in modo da mettere finalmente a tacere la marea di rumor e preoccupazioni che stanno infestando il web da mesi.

Come di consueto, noi di Cyberludus, abbiamo deciso di salutare l’anno passato un po’ a modo nostro, andando ad analizzare – e soprattutto premiare – quelli che sono stati i migliori giochi nelle principali categorie videoludiche.

A nome mio e di tutta la redazione di Cyberludus.com, vi auguro un felice anno nuovo e una buona lettura per questa nuova edizione dei Cyberludus Awards. Via!

#1 – Miglior FPS

awards

Vincitore: Titanfall 2

Indubbiamente il 2016 si è rivelato essere uno tra gli anni più prolifici nel panorama degli sparatutto in prima persona. I fanatici della competizione hanno trovato pane per i loro denti, grazie soprattutto a Overwatch, la nuova IP targata Blizzard, e ai due prodotti di casa EA Titanfall 2 e Battlefield 1. Grazie anche al ritorno di due classici del genere, Doom e Shadow Warrior 2, tutti gli appassionati di FPS hanno avuto a disposizione parecchi titoli tra le mani con cui sbizzarrirsi.

Sebbene l’epicità della campagna a giocatore singolo del Doom di id Software ci abbia – non poco – gasati, abbiamo deciso di affidare il premio a un titolo prevalentemente multiplayer. Titanfall 2 si aggiudica il premio come Miglior FPS del 2016 per via di un comparto multigiocatore profondo, divertente ed estremamente curato e ad una campagna single player breve ma intensa. Un titolo molto sfortunato sul fronte vendite (per via della sua uscita a ridosso dei due “big” Battlefield 1 e Call of Duty: Infinite Warfare) ma che meriterebbe di essere giocato da tutti gli amanti della competizione e del genere.

Ottimo lavoro Respawn Entertainment!

#2 – Miglior Action/Adventure

awards

Vincitore: Uncharted 4

Neanche l’uscita dell’attesissimo The Last Guardian, ultima fatica di Fumito Ueda, è riuscita a farci cambiare idea sul vincitore del Miglior Action/Adventure del 2016.

Il ritorno di Nathan Drake in Uncharted 4, rappresenta una tra le migliori perle videoludiche degli ultimi anni, oltre che a imporsi come una tra le migliori esclusive Playstation 4. Un comparto tecnico maestoso, unito ad un gameplay praticamente perfetto e ad una storia semplice ma ben narrata, sono gli elementi che elevano Uncharted 4 nell’olimpo dei videogame, dimostrando – ancora una volta – le straordinarie capacità di Naughty Dog nello sfornare capolavori. Ora non ci resta che attendere con trepidazione l’uscita di The Last of Us: Part 2

#3 – Miglior GDR

awards

Vincitore: Final Fantasy XV

Con titoloni come Deus Ex: Mankind Divided, Dark Souls 3 e Final Fantasy XV, trovare il vincitore nella categoria non è stato affatto semplice. Sebbene tutti e tre i titoli siano riusciti nell’intento di soddisfare appieno la nostra “fame di livellamento”, abbiamo deciso di assegnare il premio di Miglior GDR del 2016 a Final Fantasy XV. Perchè?

Il titolo targato Square Enix ci ha convinti grazie ad una direzione artistica di livello, un combat system dinamico – e appagante – legato da una trama indubbiamente riuscita.

Tanti anni di attesa ma alla fine ne è valsa davvero la pena!

#4 – Miglior strategico

awards

Vincitore: Civilization VI

Il genere degli strategici è da sempre stato il “pane quotidiano” dei videogiocatori PC. Tra i vari Age of Empires, Warcraft e Starcraft, la qualità degli strategici giocabili sui nostri computer non è mai stata messa in dubbio. Quest’anno, abbiamo avuto modo di analizzare attentamente a fondo i diversi titoli strategici capaci di mettere a dura prova le nostre abilità gestionali. In maniera pressoché unanime, abbiamo deciso di affidare il premio di Miglior Strategico del 2016 a Civilization VI, l’ultimo – e maestoso – capitolo della longeva saga ideata da Sid Meier. Civilization VI è una vera droga, capace di tenere incollato qualsiasi videogiocatore amante dei gestionali e della strategia, grazie ad un gameplay profondo e ulteriormente rifinito rispetto alla precedente iterazione della saga e ad una longevità praticamente infinita.

Un gioco consigliato ad ogni amante della strategia, un vero must have… però, occhio a non far inca**are Ghandi!

#5 – Miglior titolo portatile

awards

Vincitore: Pokémon Sole e Luna

Ufficializzato, praticamente, il forfait di Sony e Playstation Vita dalla competizione, Nintendo ha avuto la strada totalmente spianata sul fronte del gaming “tascabile”. Nintendo 3DS, come di consueto, ha proposto la solita ottima line-up di titolo, caratterizzata da ottimi prodotti come Monster Hunter Generations, in assoluto uno tra i migliori capitoli della saga, Dragon Quest VII e Pokémon Sole e Luna. Si tratta di tre prodotti di indiscusso spessore, caratterizzati da un ottima ma cura e, soprattutto, da una longevità davvero convincente.

Tuttavia, il nuovo capitolo della saga dei mostriciattoli di Game Freaks è stato il titolo che – più di tutti – ci sentiamo di premiare come Miglior titolo portatile del 2016. Pokémon Sole e Luna migliora in tutto le meccaniche classiche della serie, introducendo nuove feature, una nuova regione interamente esplorabile e, ovviamente, tante nuove specie di Pokémon da catturare.

#6 – Miglior titolo sportivo

awards

Vincitore: NBA 2K17

Per l’italiano medio non c’è titolo sportivo oltre a FIFA, inutile negarlo. Per ogni appassionato di calcio, FIFA rappresenta in assoluto il miglior esponente del genere calcistico su PC e console. FIFA 17, quest’anno, ci ha notevolmente stupiti, non solo per il passaggio al Frostbite Engine, ma anche per tante piccole aggiunte e miglioramenti ad una formula di gameplay che stava iniziando a causare parecchi problemi. Il nuovo lavoro di EA Sports sarà bastato per meritarsi il premio di Miglior sportivo del 2016? Purtroppo no.

Sebbene l’ultimo FIFA sia riuscito a migliorare in tutto e per tutto il lavoro dello scorso anno, ancora una volta i ragazzi di 2K Sports e Visual Concept, sono riusciti a sfornare l’ennesima simulazione di basket perfetta. NBA 2K17 è il re dei titoli sportivi, senza alcun dubbio. Grafica, gameplay e modalità rendono NBA 2K17 il Miglior titolo sportivo del 2016.

Ancora una volta, ottimo lavoro!

awards

#7 – Miglior avventura

Vincitore: Batman: The Telltale Series

#8 – Miglior platform

Vincitore: Ratchet & Clank

#9 – Miglior racing game

Vincitore: Forza Horizon 3

Visto che ci teniamo a premiare tutti, come di consueto, abbiamo deciso di assegnare tre premi aggiuntivi. In questo caso, abbiamo voluto premiare la prima stagione di Batman: The Telltale Series come Miglior avventura del 2016, grazie ai 5 – riusciti – episodi che ci mettono nei panni del Cavaliere Oscuro di Gotham da un punto di vista molto differente da quello mostrato nella trilogia Arkham di Rocksteady.

Il premio di Miglior Platform del 2016 va a Ratchet & Clank, il remake/reboot del primo capitolo con protagonisti il Lombax Ratchet e il suo fido compagno Clank.

Infine, Forza Horizon 3 si aggiudica il premio di Miglior Racing Game del 2016, grazie a un gameplay ibrido tra arcade e simulazione, un tuning profondo dei veicoli ed un comparto grafico di assoluto spessore.

#10 – Miglior canzone originale

Vincitore: Christopher Tin – Sogno di Volare (“The Dream of Flight”)

#11 – Le migliori esclusive

awards

Vincitore Playstation 4: Uncharted 4

Su Uncharted 4 abbiamo già parlato troppo. Il titolo Naughty Dog, per noi, non è solo la Miglior esclusiva Playstation 4 del 2016, ma anche una tra le migliori esclusive Sony di sempre.

Vincitore Xbox One: Forza Horizon 3

Convincente come i due precedenti capitoli, Forza Horizon 3 è la Miglior esclusiva Xbox One del 2016. Un racing game divertente longevo e bello da vedere. Compratelo!

Vincitore Wii U: The Legend of Zelda: Twilight Princess HD

Il lavoro di rimasterizzazione svolto su uno tra i migliori capitoli della saga ci ha convinti pienamente. The Legend of Zelda: Twilight Princess HD si aggiudica il nostro premio come Miglior esclusiva WiiU del 2016.

#12 – Le delusioni…

Parlando di delusioni il 2016 ne è stato davvero pieno. Da No Man’s Sky, il tanto criticato titolo spaziale degli Hello Games, a Mafia III, i colpi al cuore sono stati fin troppi. Abbiamo così deciso di assegnare due “premi” aggiuntivi, con cui, noi di Cyberludus, abbiamo deciso di ricordare due titoli che avremmo preferito non giocare affatto…

awards

Il terribile Umbrella corps. è il nostro Peggior gioco del 2016 e No Man’s Sky si aggiudica la coccarda di Delusione del 2016.

#13 – …e i più attesi!

1. Death Stranding
2. Red Dead Redemption 2
3. The Last of Us: Part 2

awards

A dominare la classifica dei titoli più attesi dalla redazione troviamo Death Stranding, la nuova – ed enigmatica – IP di Hideo Kojima dopo la scissione da Konami e l’abbandono della saga di Metal Gear. Onestamente, la collaborazione con Guillermo del Toro e attori del calibro di Norman Reedus e Mads Mikkelsen ci intriga parecchio: capolavoro in vista?

Nel frattempo attendiamo fiduciosi sul vagone passeggeri dell’Hype Train!

GAME OF THE YEAR

awards

Uncharted 4: Fine di un Ladro è il nostro GOTY per il 2016.

Un gioco maestoso in ogni aspetto, a partire da un comparto grafico capace di spremere al massimo le potenzialità tecniche della console di Sony. I ragazzi di Naughty Dog non hanno perso il vizio di sfornare capolavori e Uncharted 4 ne è l’ennesima dimostrazione.
Se siete possessori di una console Playstation 4 non vi è alcun motivo per cui non dovreste aggiungere alla vostra libreria l’ultima – e indimenticabile – avventura di Nathan Drake.

Con questo chiudiamo ufficialmente anche questa terza edizione dei Cyberludus Awards, appuntamento al prossimo anno!

Condividi
Articolo precedenteProject Arian porta Razer Chroma nel mondo Pre VR
Prossimo articoloTop 20 Fps anni ’90 – Parte 1

Nerd purosangue classe 1992, si avvicina al mondo dei videogiochi grazie al SEGA Master System di sua madre (si avete letto bene DI SUA MADRE). Destreggiandosi tra Alex Kidd e Sonic the Hedgehog, comincia a farsi una importante cultura videoludica a base di platform e beat ‘em up. Fedele seguace della “master race”, consuma giochi di ruolo dalla mattina alla sera, anche se la sua saga preferita rimane Grand Theft Auto degli inarrivabili Rockstar Games, che fin dal primo capitolo lo ha aiutato a diventare la brutta persona che imparerete a conoscere.