“L’esperienza di gioco in single-player sparirà in 3 anni”.

Queste le parole di Mark Cerny nel 2011 alla Conferenza Europea degli Sviluppatori di Videogiochi. In quel periodo il multiplayer sembrava essere il futuro e molti sviluppatori fecero di tutto per includere funzionalità multiplayer nei loro giochi.
Nonostante la profezia, il singleplayer continua ad andare forte. Dopo più di 5 anni possiamo quindi affermare che lo scenario immaginato da Cerny non si è avverato. Giochi come Fallout 4 e the Witcher 3 hanno riscosso uno straordinario successo anche senza supporto multiplayer e nei prossimi giochi in uscita, come ad esempio Horizon Zero Dawn, gli sviluppatori hanno deciso di non implementare la modalità multiplayer.
Tuttavia, molti videogiochi in single-player supportano alcune funzionalità multiplayer. Di seguito 4 giochi solitamente considerati single-player per PlayStation 4 con modalità e funzionalità multiplayer assolutamente da provare. Ricorda che per giocare online in multiplayer dalla tua PS4 hai bisogno di un abbonamento PSN Plus.

The Last of Us

Chi non conosce The Last of Us, un must-play. Molto probabilmente in molti stiamo aspettando il sequel di questo bellissimo gioco. In pochi invece conoscono la sua modalità multiplayer.
La modalità multiplayer di The Last of Us è “Fazioni”. In multigiocatore puoi essere il leader della fazione Cacciatori o Luci. Lo scopo è quello di accrescere il proprio clan vincendo match e accumulando risorse. Il gioco offre 3 diverse modalità in multiplayer. La prima è Caccia ai Rifornimenti. Due team composti da 4 giocatori con venti vite a squadra si sfidano tra loro. Lo scopo è ovviamente eliminare il team avversario. La seconda modalità di gioco è Sopravvissuti, che è molto simile ma non ci sono vite e il gioco termina in sette round. Il team che vince più round, vince. L’ultima modalità di gioco è “Interrogation”. In questa modalità l’obiettivo non è uccidere i nemici ma interrogarli ed estorcere informazioni per trovare la loro cassetta di sicurezza in modo da poter rubare le loro risorse.
Qualsiasi modalità di gioco sceglierai, aspettati la stessa tensione del gioco principale.

Uncharted 4

Un altro titolo eccellente degli sviluppatori Naughty Dog (gli stessi di the last of us) ci porta a scoprire un’altra modalità multiplayer. Anche nel caso di Uncharted 4 le ambientazioni e l’atmosfera in multiplayer è fedele a quella del gioco principale.
Al contrario di The Last of US, Uncharted 4 ti permette di giocare con i personaggi della modalità single-player. Se hai sempre voluto prendere a calci qualcuno come Nadine, in questo caso è possibile farlo. Nel multiplayer si contrappongono due squadre in due diverse modalità gioco Deathmatch a squadre e Cattura la bandiera. Le modalità non sono così originali come come quelle di the Last of Us ma è comunque molto divertente giocarci soprattutto per le possibilità di personalizzazione di Nathan Drake.

Dark Souls III

Più che un multiplayer in senso stretto, in Dark Souls III la componente multigiocatore si può considerare un’aggiunta alla modalità single-player, ovviamente se si è capaci ad accedere a questa feature. Si, perchè è abbastanza complicato giocare con o contro altri giocatori. Per fortuna è possibile trovare molte guide online che spiegano tutto, o meglio ancora, si può chiedere all’amico nerd.
Le modalità online di Dark Souls III sono simili a quelle di Bloodborne. Il gioco funziona attraverso un sistema di evocazione che ti permette di convocare altri giocatori come “spiriti” per aiutarti nei combattimenti contro i boss più difficili da battere. Naturalmente, c’è un risvolto negativo: quando apri il tuo mondo a spiriti amichevoli, apri un varco che consente l’accesso anche a spiriti cattivi. Altri giocatori possono quindi invandere il tuo mondo e ucciderti o rubare le anime.
Questa modalità online multigiocatore “cooperativa” è davvero molto particolare e risalta ancor di più un gioco già bello di per sé.

Borderlands 2

Come in Dark Souls, in Bordelands 2 il multiplayer non è una modalità separata ma è un’aggiunta alla esperienza di gioco in single-player. Puoi quindi unirti ad altri cacciatori nell’esplorare il mondo di Pandora, che siano 3 amici o 3 sconosciuti. Se sei più “tradizionale”, Bordelands 2 supporta inoltre le partite co-op, in aggiunta alle co-op online.
Molto probabilmente hai già giocato a Bordelands 2 (e se non l’hai fatto, dovresti) ma con un gruppo di amici distruggere i nemici in Pandora è ancora più divertente e vale sicuramente la pena.