Le sedie da gaming nella cultura generale

Giocare ai videogiochi, se state leggendo questo articolo, è probabilmente una delle vostre occupazioni preferite, qualcosa che va al di sopra della semplice nomea di hobby. Ogni attività alla quale amiamo dedicarci con passione comporta, però, una serie di conseguenze più o meno positive che potrebbero essere ignorate e sottovalutate. Uno degli argomenti più interessanti riguardo i videogiochi è indubbiamente legato alla nostra postura e all’importanza che essa assume durante le nostre (lunghe) sessioni di gioco. Molti studi vengono periodicamente attuati a tal riguardo, svelando come la presenza di una sedia appropriata sia non solo essenziale per farci godere al meglio le nostre avventure virtuali, ma soprattutto cruciale per badare al meglio alla nostra salute.

Le sedie da gaming sono da sempre viste come un tipo di accessorio per lo più dedicato agli appassionati, ovvero quella fascia di videogiocatori “pro” che, per un motivo o per l’altro, passano molto del loro tempo su titoli che di tempo ne esigono a palate, come ad esempio League of Legends o Counter Strike. Questi due esempi sono ottimi per ricordarci che al giorno d’oggi, purtroppo, le sedie da gaming vengono recepite meno importanti dei mouse professionali, e forse persino dei doritos. Ciò ha portato il videogiocatore comune a imparare a fare a meno di questi accessori, per lo più pubblicizzati durante i tornei ed effettivamente non così cruciali visto che, se magari un mouse personalizzabile può effettivamente migliorare l’esperienza di gioco, mangiarsi i doritos aiuta unicamente a sviluppare qualche brufolo di troppo.

L’industria videoludica è in costante crescita, specialmente per quanto riguarda la sezione più mainstream e pubblicizzata dei tornei professionali, perciò è lecito che abbia ancora molto da imparare. Il problema è che, per riallacciarci al discorso di poco fa, nella concezione comune anche le sedie da gaming vengono viste come un orpello commerciale dedicato a chi ha soldi da spendere. Il che è terribilmente sbagliato, perché ci sono molti siti di marche di arredamento che offrono modelli di sedie ergonomiche a buon prezzo, come ad esempio SediadaUfficio. Quando si parla della postura e più specificatamente della schiena, il discorso si fa molto importante e trascende il mondo dei videogiochi: si tratta di qualcosa di serio, al quale è fondamentale stare dietro. Che si tratti di videogiocare o lavorare al PC, il nostro corpo viene costantemente influenzato dalla postura che assumiamo, che può sfociare in problematiche a breve o addirittura a lungo termine. Visto che ci troviamo comunque a parlare di videogiochi, questo argomento verrà trattato in riferimento alle già citate sedie da gaming.

La colonna vertebrale e le pose “a rischio”

Ma facciamo un passo indietro: come funziona la nostra schiena? Elemento cruciale del nostro corpo è la colonna vertebrale, che ha principalmente tre funzioni principali:

– Sostenere il peso del corpo e garantire la stabilità di tronco e arti.
– Proteggere il midollo spinale e le radici nervose.
– Consentire i movimenti della testa e del tronco e soprattutto assorbire le sollecitazioni meccaniche.

La colonna vertebrale è uno dei tanti e affascinanti tratti fisici che mettono in risalto l’evoluzione umana, in quanto la sua forma ricurva e apparentemente contraddittoria ci permette di eseguire le tante e complesse funzioni fisiche delle quali possiamo vantarci. Questa però rappresenta anche in un compromesso evolutivo, dato che l’uomo, in relazione al suo enorme percorso di sviluppo, sta in piedi relativamente da poco. Risulta essenziale quindi salvaguardare la nostra postura durante le sessioni di gioco, che se mal dosate potrebbero portarci a subire degli spiacevoli effetti collaterali. Le sedie da gaming ci vengono incontro principalmente per la loro struttura, pensate appositamente per le nostre esigenze: queste infatti ci permettono di trovare un equilibrio fra comodità e funzionalità. L’idea è quella di garantirci una postura corretta e allo stesso tempo piacevole, senza comunque farci scendere a compromessi. L’obiettivo di questi prodotti, dunque, è quello di garantirci una postura corretta e allo stesso tempo piacevole, senza comunque farci scendere a compromessi: ecco perché sono dotate di schienali appositamente modellati.

Ma concretamente parlando, quali sono le patologie nelle quali rischiamo di incorrere? Di solito, se sprovvisti di una sedia adeguata, tendiamo ad adattarci in posizioni più o meno comode che possono però sfociare in pose scorrette e dannose. Ad esempio, si tende ad inarcare la schiena e stringere le spalle per avvicinarsi al monitor sovraccaricando il tratto lombare, ma anche a mettere pressione alle vertebre e posizionare male le ginocchia.

Le possibili conseguenze

– Inarcare la schiena porta al già citato dolore lombare che oltre a essere fastidioso sa rivelarsi anche piuttosto persistente. Inoltre, se chi gioca è ancora in età di sviluppo, può comportare difetti di postura e malformazioni.

 – Piegare le spalle vi procurerà delle fitte nella parte alta della schiena che andranno a influire addirittura sulla vostra mandibola, con conseguente irrigidimento.

 – Le ginocchia, se mal posizionate, possono diventare incredibilmente rigide e a lungo andare fragili, a discapito della cartilagine. 

Un “accessorio” per pochi? No, molto di più

Le sedie da gaming risultano ottime per contrastare questa moltitudine di problemi, grazie alla loro versatilità che spazia dall’altezza regolabile fino allo schienale munito di braccioli e poggiatesta fatti su misura. L’altezza variabile permetterà infatti ai vostri piedi di toccare terra e stimolarvi a non piegare le ginocchia, lasciando alle vostre gambe la libertà di movimento e di comfort che, e di conseguenza portano a piegarle. Lo schienale regolabile vi aiuterà a mantenere la schiena eretta e le spalle libere, agevolando quindi la postura in modo da permettere alle vertebre di rilassarsi e ai muscoli di rimanere sciolti. I braccioli e il poggiatesta, oltre a essere complementari con lo schienale e quindi ottimi per farvi assumere una posizione complessivamente corretta, impediranno anche il sovraccarico sulla zona lombare, risparmiandovi i dolori al collo e l’irrigidimento alla mandibola.

I vantaggi come vedete sono consistenti e studiati appositamente per contrastare le più comuni e innocue patologie legate alla nostra postura, le quali, come avete avuto però modo di leggere, poi così innocue non sono. Un grave problema, al giorno d’oggi, è legato al nostro sottovalutare le cose, dandole per scontate. Le nostre attività preferite, per quanto piacevoli, spesso comportano dei rischi che vanno calcolati e anzi prevenuti, soprattutto quando si parla di qualcosa di così delicato come la nostra colonna vertebrale. Il consiglio è quello di informarvi sulle vostre eventuali patologie, procedendo poi con la ricerca di una sedia adatta alle vostre necessità. Un semplice accessorio per pochi, quindi? Assolutamente no. Perché videogiocare è bello, ma farlo con una sedia adatta è ancora meglio e, soprattutto, salutare.