Tra gare a velocità ipersonica, una valanga di contenuti e musica elettronica: ecco WipEout Omega Collection

La serie WipEout indubbiamente è stata negli anni 90’ uno dei simboli del marchio PlayStation. Il veloce e adrenalinico racing arcade futuristico di Studio Liverpool (al tempo Psygnosis) era riuscito infatti a ottenere un posto al sole nel vasto parco titoli della prestigiosa console, dimostrandosi tra l’altro un più che valido concorrente alla saga F-Zero di Nintendo.

Eppure gli anni passano per tutti, e vuoi per il calo di interesse del pubblico vuoi per il passaggio alle console portatili, la serie WipEout è lentamente e inesorabilmente passata a un ruolo di secondo piano, fino ad arrivare ad oggi, dove con la recente chiusura di Studio Liverpool le speranze di vedere un capitolo nuovo di zecca si sono affievolite drasticamente.

Ed è per questo che sinceramente aspettavamo un po’ come il messia WipEout Omega Collection, una specie di magna opera dell’ultimo decennio della serie che include contenuti presi da WipEout HD e la sua corposa espansione standalone Fury per PS3 e da WipEout 2048 per PS Vita: un po’ per la nostalgia, un po’ per la voglia di giocare alla saga su PS4 e un po’ per la speranza che quest’opera non sia il canto del cigno della serie ma piuttosto un modo per Sony di sondare il terreno per un eventuale nuovo capitolo.

Riuscirà questa collection a riportare in auge la serie? Questo non lo sappiamo ma di certo la qualità non manca.

Una valanga di contenuti a un prezzo vantaggioso

Partiamo descrivendo di cosa si tratta questa Omega Collection. Come detto in precedenza contiene delle versioni rimasterizzate per PS4 di WipEout HD, a sua volta remaster per PS3 degli ottimi capitoli Pulse e Pure usciti su PSP, del ricco add on “battagliero” Fury e dello sfortunato capitolo per PS Vita WipEout 2048, la cui unica colpa è stata quella di uscire su una console un po’ “sfigata” visto la bontà della struttura dei tracciati e la qualità generale della produzione.

A differenza di altre remastered, i tre giochi non saranno separati ma verranno proposti in unica soluzione. Con la modalità Campagna potremo accedere a tutte e tre le carriere di questa trilogia, mentre Racebox è una modalità Arcade dove si può scegliere liberamente il livello di difficoltà, tracciato e modalità della vostra prossima gara.

E qui arriviamo al fiore all’occhiello della produzione: i contenuti.

WipEout Omega Collection mette sul piatto infatti ben 26 tracciati (e se consideriamo le versioni invertite sono molti di più), 46 vetture e 9 modalità di gioco differenti.

Tra queste ci sono le classiche gare singole, le prove a tempo e i tornei, ma non mancano modalità peculiari come la modalità Zona: una prova di resistenza, nervi saldi e riflessi dove dovremo percorre un circuito mentre la velocità aumenterà progressivamente mentre i colori assumeranno delle surreali tinte monocromatiche e il nostro compito sarà resistere il più a lungo possibile senza distruggere la nostra vettura. Non mancano poi anche altre modalità più derivative come Eliminatore e Battaglia, dove la velocità e la precisione in curva lasciano il posto a scontri all’ultimo sangue dove vince chi riesce a distruggere più avversari con le armi. Appunto, decisamente “derivative”, forse anche troppo per quelli che sono i canoni della serie, ma indubbiamente sono un plus che aggiunge altra carne al fuoco a quello che è il ricco banchetto della Omega Collection.

Sì perché, se ancora non lo avevate capito, a livello di contenuti siamo su livelli elevatissimi, sia nel caso che decidiate di giocare in solitaria o in compagnia di un amico con la modalità split-screen o ancora se decidiate di cimentarvi in gare online tramite il multiplayer. Insomma se cercate un gioco che possa intrattenervi per tutto il periodo estivo, siete stati accontentati.

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, il lavoro fatto da Clever Beans è assolutamente di qualità. A voler essere pignoli i limiti della natura portatile dei titoli proposti indubbiamente ha condizionato il risultato, specie per quanto riguarda i tracciati di WipEout HD che hanno sulle spalle quasi dieci anni di servizio, ma il lavoro fatto per ritoccare le texture, il sistema di illuminazione e la gestione dei riflessi è davvero eccezionale così come gli sforzi per rendere il tutto godibile su PS4, a tal punto che ci si dimentica di star giocando a titoli provenienti da PSP e PS Vita. Tanto di cappello.

Il tutto gira a 1080p e 60fps granitici (non abbiamo notato neppure un calo, nemmeno nei momenti più concitati), che rimangono invariati anche qualora decidiate di passare un serata con un amico a giocare in split screen.

E sa già di sé quanto visto su schermo è ottimo, su PS4 Pro le cose poi sono anche migliori grazie alla risoluzione 4K e il supporto HDR che rendono WipeOut Omega Collection una vera gioia per gli occhi dei possessori di un TV 4K.

Siamo soddisfatti anche dalla colonna sonora, da sempre fiore all’occhiello della serie, che anche questa volta è riuscita a proporre una serie di traccie elettroniche sempre azzeccate alle adrenaliche gare del gioco, con la presenza di classici della serie e pezzi inediti, tra cui anche brani composti da The Prodigy e The Chemical Brothers (se siete curiosi, qui troverete l’intera playlist di Spotify con la colonna sonora del gioco condivisa da Sony).

Nessuna nuova, buona nuova

I fan della serie possono stare tranquilli, con WipEout Omega Collection ritroverete la formula di gioco che avete amato sin dagli esordi della serie elevata alla massima potenza.

Chi invece è totalmente nuovo alla saga si troverà di fronte un racing game arcade dei più tecnici in circolazione e con una curva di difficoltà che saprà appagare chi è in cerca di una sfida degna di tale nome.

Gare ad altissima velocità, percorsi da studiare a menadito, curve strettissime dove bisognerà ad imparare a utilizzare in modo perfetto gli areofreni, pedane del turbo da ricordare a memoria, una vasta rosa di vetture tra cui scegliere e un IA degli avversari che lascia poco spazio ad errori. Questo è WipEout.

Ovviamente non lasciatevi spaventare, il gioco ha una curva di difficoltà che lascia comunque spazio anche al neofita il tempo di adattarsi alle corse al cardiopalma della serie. Ma basta completare le prime fasi della modalità Campagna per capire se si vuole essere padroneggiare le classi di velocità più elevate o i circuiti più complicati bisogna darsi da fare.

Concludendo…

Se siete amanti di lunga data della serie, WipEout Omega Collection è quanto di meglio possiate desiderare… se escludiamo un capitolo nuovo di zecca ovviamente. Il lavoro fatto da Clever Beans è di ottima fattura e dimostra amore e rispetto per quelli che sono i canoni della serie, mentre sul lato dei contenuti siamo su livelli davvero elevati. Se non avete mai toccato con mano la serie (pentitevi!), avrete probabilmente l’occasione migliore per farlo visto che un investimento davvero abbordabile (39,99€) vi porterete a casa un arcade racing di ottima qualità che saprà tenervi impegnati a lungo.

In breve
Condividi
Articolo precedenteThe Elder Scrolls Online: Morrowind – Recensione
Prossimo articoloE3 2017: FIFA 18 si mostra in due nuovi trailer, tornerà la modalità Il Viaggio