Santa Monica, e più nello specifico il game director Corey Barlog, hanno svelato nuovi dettagli riguardanti God of War.

Barlog ha svelato che la lingua parlata dai personaggi è l’Elder Futhark. Tuttavia ogni regno all’interno del gioco parla la sua lingua specifica, e sarà persino possibile impararne di nuove nel corso dell’avventura.

Come nei predecessori sarà presente la magia, ma stavolta è collegata a formule magiche e rune. Queste ultime servono per collegare l’energia del mondo con le persone e sarà necessarie decifrarle per poterle utilizzare, cosa che ha dato modo agli sviluppatori di creare alcuni enigmi collegate ad esse.

Kratos è in possesso anche di un oggetto speciale con cui può far ricordare a suo figlio Atreus le storie raccontate da sua madre.

Le divinità nordiche si dividono in Aesir, Vanir e Giganti e a differenza di quelle greche sono meno manipolatrici e più umane nei loro atteggiamenti.

Gli Aesir vivono ogni istante come se fosse l’ultimo e sono sempre pronti a combattere e ubriacarsi. I Vanir vivono in armonia con la natura e il loro obiettivo è mantenere gli equilibri del mondo. I Giganti sono i fautori di opere grandiose ma si sono ritrovati in mezzo al conflitto tra Aesir e Vanir.

God of War sarà disponibile nel 2018 in esclusiva per PS4.

Fonte: dualshockers.com