Recensione a cura di Giovanna Costanzo.

A Sim, once again

Ecco, finalmente le famiglie dei nostri Sim hanno potuto accogliere affettuosi compagni di giochi, o si sarà trattato di pestifere creature alla stregua di Gremlins? La quarta espansione del gioco di simulazione targato EA Games e Maxis ha realizzato quel che forse era il più grande desiderio della folta schiera d’utenza e non potevamo certo esimerci dal provarla. Abbiamo cliccato ancora una volta sull’icona di The Sims 4 e ci siamo tuffati in un mondo ancor più vivo e vibrante, pieno di straordinarie possibilità… e di pelo di cane.

A spasso per Brindelton Bay

Come detto poc’anzi, The Sims 4: Cani & Gatti ha introdotto i migliori amici dell’uomo e dei “gattari”, già pronti per essere ricoperti di coccole e di attenzioni. Le attività da condividere con le – a volte dolci – palle di pelo sono innumerevoli, tante quante se ne potrebbero svolgere nella vita reale. Veder correre il vostro cane sul percorso a ostacoli di Piazza dello Zibellino, portarlo a spasso per il centro o lanciargli la pallina per il riporto – previo insegnamento – sono soltanto la punta dell’iceberg di quel che è un vero paradiso per i patiti di animali da compagnia. Per i più avventurosi, sappiate che avrete la possibilità di svelare misteri assieme al vostro fidato segugio e intraprendere vere e proprie avventure: chi ha detto Isola d’Erba Morta?

Cani & Gatti vuole soddisfare tutti i palati, anche quelli dei Sim pantofolai. Il vostro animale totem è un peloso gatto Persiano? Allora potrete restare sul divano e stuzzicare il micio con il bastoncino piumato o farlo ammattire con il puntatore laser sul pavimento. Brindelton Bay è il nuovo scenario introdotto da Maxis e, come quello dell’espansione che lo ha preceduto, è suddiviso in quattro quartieri. Ciascun distretto è corredato da una descrizione che ne evince le strutture peculiari e le attività fattibili con o senza gli animali: al Pontile dell’Uomo Baffuto, il centro portuale della cittadina, vi sarà ad esempio permesso di comprare dell’ottimo pesce appena pescato.

Cani & Gatti non rappresenta soltanto il debutto del mondo animale nel quarto capitolo ma anche l’entrata in scena della carriera di veterinario, una succulenta e assoluta novità per il gioco. Per diventare veterinario non occorre avere una laurea, almeno non in The Sims ma necessiterete di un cospicuo numero di Simoleon e di tanto tempo libero. Il vostro Sim svilupperà la nuova abilità di veterinario curando i pazienti che affolleranno la sala d’attesa della clinica e ripulendo il pavimento da vomito purulento e urina: l’idea non vi entusiasma? Beh, potrete sempre chiedere al vostro collega di occuparsene.

Gli sviluppatori hanno volutamente fatto un passo indietro sul versante della gestione degli animali. Vi sarà impossibile controllare le loro azioni, proprio come in The Sims 2: Pets per intenderci. La scelta del team non è stata fatta a cuor leggero ma l’intenzione era quella di regalare animali da compagnia realistici e sorprendenti a noi giocatori. Gli appena citati non vantano un vasto range di reazioni emotive come accade per i Sim, potranno però mostrare tensioni e insofferenze e far capire ai loro padroni che c’è qualcosa che non va. Le interazioni con i cani e i gatti sono più veritiere che mai, grazie alle animazioni ben curate e a tratti psicologici ben distinti per ciascun “Fido” o “Figaro”. Avremo inoltre la facoltà di vendere i cuccioli, di adottare i randagi e persino ricorrere a sterilizzazione o castrazione qualora ce ne fosse il bisogno. Per conoscere meglio i nostri amici pelosi dovremo seguirli, esplorarli nelle loro stranezze, aiutarli nel momento del bisogno e offrirgli tante carezze quante sono le macchie sul manto di un Bengala.

Creare un animale come con Paint… o quasi

123 e 49, sono questi i numeri che quantificano le razze canine e feline presenti nel CAP (Create a Pet) ma se si tiene in considerazione che esiste la possibilità di creare ibridi fra queste, diventa impossibile contarle tutte: insomma, un vero e proprio diavolo per ca… pelo.

Il nuovo strumento permette di creare animali altamente personalizzabili, grazie anche alla funzione “Crea uno stile” – versione migliorata rispetto a quella presente in The Sims 3. Chi di noi non ha mai perso pomeriggi interi a disegnare su Paint, magari quando internet ci era ancora precluso o perché la noia era troppa? Ebbene sì, stampini, pennelli e stancil di svariate forme e dalle dimensioni impostabili diverranno il vostro pane quotidiano. La gamma di colori infinita e l’opzione di plasmare macchie simmetriche sul corpo, possono creare un caleidoscopio sul manto dei vostri animali: il vostro psicologo nno dovrà farvi il test di Rorschach perchè ci penserete da soli. Veloce e intuitivo, il CAP richiede anche una certa dimestichezza nell’utilizzo degli strumenti ma alla fine l’unico ostacolo rimarrà sempre e solo la vostra creatività.

L’espansione ha aggiunto una vasta scelta di tratti per cani e gatti, che per la prima volta in assoluto potranno indossare vestitini e copricapi oltre all’immancabile collare: starà a noi decidere se far mantenere la dignità al nostro animale che – in caso contrario – non avrà nulla da invidiare ai cuccioli di Paris Hilton.

Concludendo…

The Sims 4: Cani & Gatti è migliorato tantissimo rispetto alle versioni dei precedenti capitoli della saga e rappresenta il giusto compromesso fra realismo e fantasia. Siamo sicuri che questi animali siano stati creati per i Sim e non per l’utenza? Quando abbiamo guardato il tenero musino del nostro cucciolo di cane da montagna dei Pirenei e il suo buffissimo modo di correre, quasi ci siamo dimenticati che si trattasse solo di un insieme di poligoni.

Cani & Gatti si è presentato ai fan in tutte le sue sfaccettature e possibilità, assicurandosi il titolo di miglior espansione pubblicata fino a ora per The Sims 4. I Sim di tutte le età da adesso avranno una vita arricchita dall’affetto delle nuove creature, persino da volpi e procioni, e potranno affidare al nuovo robot aspirapolvere il compito di ripulire il pavimento dal pelo e da altri pasticci – il tutto comodamente seduti al fianco del loro fidato amico a quattro zampe. I nuovi contenuti introdotti riescono ad arricchire l’offerta ludica complessiva ma il prezzo di vendita potrebbe risultare alto anche per gli appassionati sfegatati del titolo di Maxis e per il più incallito dei pet-fan.

In breve

  • Genere:
  • Sito web: Vai al sito
  • Data di rilascio: 4 Settembre 2014
  • Sviluppatore: Maxis
  • Distributore: Electronic Arts
  • Publisher: Electronic Arts
  • Pegi:

Condividi
Articolo precedenteStifled – Recensione
Prossimo articoloCat Quest – Recensione Switch

CyberLudus è un’Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l’evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all’utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.